L'incontro con il Procuratore Nicola Gratteri

 

"Complici e colpevoli"

con la 'ndrangheta al nord

 

Avv. Daniela Sogliani

Nonostante la serata non invitasse ad uscire, tra nebbia e neve, la scorsa settimana oltre 200 persone hanno assistito al Teatro Ambra di Alessandria ad un convegno, il cui relatore principale è stato il dr. Nicola Gratteri, Procuratore Capo della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Catanzaro.

Sono inoltre intervenuti come relatori, il dr. Iginio Olita, già Prefetto di Alessandria; Paolo Bellotti, già consigliere comunale di Alessandria.

Il dr. Gratteri è uno dei magistrati più esposti nella lotta contro la ’ndrangheta, ha un curriculum professionale e un’esperienza tale da risultare uno dei massimi esponenti attualmente della materia. Il convegno aveva come oggetto le infiltrazione mafiose al nord, tema più che attuale anche nella nostra provincia, alla luce altresì degli episodi verificatesi anche ultimamente in Alessandria. Lo ha certificato anche una recente relazione della Dia, spiegando come il Piemonte sia un territorio eletto dalle organizzazioni criminali e in particolare dalla ‘ndrangheta.

Le parole del Magistrato sono state l’occasione per accendere i fari e riflettere sulla situazione del nostro territorio, tant’è vero che l’ex consigliere Paolo Bellotti  ha rivissuto con il pubblico in sala la “sua esperienza” quale assessore in giunta comunale in Alessandria per un episodio grave che già qualche anno fa aveva portato all’arresto di un consigliere comunale e, successivamente dato vita ad un lungo procedimento penale proprio per l’infiltrazione mafiosa nelle istituzioni (processo Minotauro-Albachiara).

Nell’occasione è stato presentato il libro “Complici e colpevoli”, scritto dal Procuratore Capo insieme al professore Antonio Nicaso, frutto dell’esperienza “sul campo” del magistrato con condivisione degli studi sociologici dello storico.

Il dr. Gratteri ha riferito che al nord la mafia è ben radicalizzata sin dagli anni ’60, ha evidenziato che le mafie hanno interagito con gli imprenditori del posto, invero quelli “ingordi” -così li ha definiti il Magistrato-, fornendo loro, per esempio, operai in nero e sottopagati o facendo smaltire rifiuti a prezzi stracciati.

Qualcuno dalla platea chiede: ce la faremo a sconfiggerle?

Il Procuratore risponde in modo pacato, così come è stato tutto il suo intervento, evidenziando che sconfiggere è una parola grossa, “servirebbe evitare di far diventare conveniente delinquere”, con un accenno di polemica all’attuale Governo, criticando la riforma del Ministro Cartabia.

Il Magistrato ha altresì evidenziato che si parla sempre meno di mafia, che le mafie ora sono più forti e intelligenti rispetto al passato: non sparano più, non bruciano le serrande.

I figli degli ‘ndraghetisti sono laureati: il loro obiettivo è giustificare le loro ricchezze e lo fanno soprattutto al nord.

La ‘ndrangheta si arricchisce con la vendita della cocaina e poi acquista latifondi, alberghi e locali come ristoranti o pizzerie e proprio il nord è il terreno più fertile, perché v’è possibilità di riciclaggio per tramite del lavoro.

Le organizzazioni mafiose del nord sono le stesse presenti al sud, con le medesime regole che valgono, non solo in Italia, ma in tutto il mondo, laddove c’è infiltrazione mafiosa.

Concludeva poi il Magistrato affermando “…noi comunque abbiamo spalle larghe e nervi d’acciaio, daremo fondo alle nostre energie e andremo avanti. Nel mio distretto, in particolare, stiamo dando una speranza alla gente che ci considera l’ultima spiaggia”.

Il convegno, si concludeva con un applauso forte e prolungato, a riconoscimento non solo delle parole del Magistrato, ma soprattutto dell’impegno profuso dal medesimo nell’interesse dell’ intera collettività.

Associazione

Don Angelo Campora Odv

 

Via Convento, 11

Capriata d’Orba (AL)

Carlo Campora

Cell. 333.4759772

 

Bruna Bruni

Cell. 348.4778291

“L’Associazione é fondata sul volontariato,

che si avvale in modo determinante e

prevalente di prestazioni volontarie,

personali, spontanee e gratuite di soci e simpatizzanti senza fini di lucro.”

Supplemento a "Pagine Azzurre" - Direttore Responsabile Marco Caramagna - Aut. Trib. Alessandria n. 30 del 18/11/2014